Palestre

Descrizione

La regione Liguria con la legge  regionale  n. 40 del 07/10/2009 “Testo Unico della normativa in materia di sport”,   favorisce e promuove la diffusione dell’attività sportiva,  motorio ricreativa, operando al fine di garantire a tutti i cittadini  l’esercizio della pratica sportiva come strumento per il miglioramento ed il mantenimento delle condizioni psicofisiche della persona, per la tutela della salute, per la formazione educativa e lo sviluppo delle relazioni sociali.

Sono esclusi dall’ambito di applicazione della disciplina regionale:

·         gli impianti ove è svolta attività sportiva senza fini di lucro da parte di società o associazioni sportive dilettantistiche affiliate alle Federazioni Sportive nazionali riconosciute dal CONI o agli Enti di Promozione e Propaganda sportiva, le quali devono esercitare la loro attività nel rispetto degli statuti e delle norme degli enti cui sono affiliati;

·         gli impianti sportivi scolastici, le aree attrezzate ludico-sportive e gli ambienti inseriti in impianti sportivi utilizzati esclusivamente in funzione dell’attività ivi svolta;

·         i centri e le scuole ove è svolta attività che non ha carattere sportivo o ginnico - ludico di potenziamento fisico e di muscolazione, in particolare i centri di presa coscienza corporea, di educazione posturale globale, di armonizzazione corporea ed energetica, di yoga, nonché le scuole di danza, esclusivamente in funzione delle attività di danza.

Ufficio competente

Per avvio di nuova attività, trasferimento di sede, subingresso e variazione dell’attività   è competente  l’ufficio il SUAP CdR Commercio - Attività Produttive presso Palazzo Civico - P.zza Europa 1,

Per informazioni:

C.D.R.  Commercio attività Produttive, ||° piano

Tel. 0187/727376

e-mail   stefania.tosi@comune.sp.it

e-mail    federica.moggia@comune.sp.it

Orario:

Martedì                                             8.00 -  17.30

Nei mesi di luglio e agosto               8.30 -  12.00

Giovedì                                             8.30 -  12.00

Sabato                                              8.30 -  11.15

 

Funzionario Responsabile del Servizio

Dr.ssa  Silvia Cavallini

Requisiti

Requisiti soggettivi:

  • ·         possesso dei requisiti previsti dal D.Lgs.n. 59/2010;
  • ·         assenza dei pregiudiziali ai sensi della legge antimafia;
  • ·         possesso dei requisiti professionali da parte del direttore responsabile quali il diploma di laurea in scienze motorie o titolo equivalente nell’ambito dell’Unione Europea o, in subordine, del diploma conseguito presso l’Istituto  Superiore di Educazione fisica o titolo equivalente nell’ambito dell’Unione Europea  (che non necessariamente deve essere il titolare della palestra).
  • ·         possesso dei requisiti professionali da parte degli istruttori di attività motorie quali diploma di laurea in scienze motorie di durata almeno triennale o del diploma conseguito presso l’istituto Superiore di Educazione Fisica o di titolo equivalente nell’ambito dell’Unione Europea;
  • ·         possono operare all’interno delle palestre istruttori delle Federazioni Sportive Nazionali riconosciute dal CONI o degli enti di promozione Sportiva riconosciuti dal CONI, limitatamente alle discipline ricadenti nell’ambito di tali federazioni, eventualmente praticate nell’impianto .
  • Requisiti oggettivi:

  • E’ necessario avere la disponibilità dei locali a destinazione d’uso appropriata. Gli impianti devono possedere i requisiti urbanistici, edilizi, igienici, sanitari e di sicurezza per l’esercizio dell’attività e sull’inquinamento acustico vigenti in materia.
  • Polizza assicurativa a favore degli utenti dell’impianto per gli eventi dannosi comunque connessi con lo svolgimento delle attività svolte all’interno dell’impianto stesso.
  • Presentazione della della Segnalazione Certificata di Inizio Attività/Domanda

    Per l’apertura, trasferimento della proprietà o dell’impresa, trasferimento di sede, ampliamento,occorre presentare una Segnalazione Certificata di inizio attività (SCIA),  completa della documentazione e delle attestazioni  indicati sul modello;

    E’ necessario pagare diritti di istruttoria pari ad € 30.000 

    La presentazione della SCIA consente di iniziare subito l’attività.

    Riferimenti di legge

    ·         D.P.G.R. 11/02/2003 n. 4 /REG.

    ·         Regolamento regionale 21/03/2007 n. 1 (modifiche al regolamento  regionale 11/02/2003 n. 4/reg.

    ·         Legge regionale n. 40 del 07/10/2009 (Testo unico  normativa in materia di sport)  

    ·         D.Lg.  6 settembre 2011 n. 159

    Note

    La SCIA ha validità immediata e permanente, salvo modifiche sostanziali relative al soggetto titolare, all’attività svolta o ai locali.