Tintolavanderie e Lavanderie Self-Service

Descrizione

Costituisce esercizio dell'attività professionale di Tintolavanderia l'attività che esegue i trattamenti di lavaggio ad acqua, di pulitura chimica a secco, di tintoria, di smacchiatura e stiratura di indumenti, capi e accessori di abbigliamento, di biancheria e tessuti per la casa, di tappeti, tappezzeria, nonché di oggetti d'uso, articoli e prodotti tessili di ogni tipo di fibra.

Ufficio competente

Per avvio di nuova attività, trasferimento di sede, subingresso e variazione dell’attività è competente il CdR Commercio Attività Produttive presso Palazzo Civico – P.zza Europa 1, II° Piano.

REFERENTE: Daniela MELE Telefono: 0187.727485 e-mail daniela.mele@comune.sp.it

Responsabile: Dott.ssa Silvia CAVALLINI

Orario al pubblico: Martedì    8.00 -  17.30 (Nei mesi di luglio e agosto 8.30 -  12.00)

Giovedì    8.30 -  12.00

Sabato     8.30 -  11.15

Requisiti per l’esercizio dell’attività di Tintolavanderia

I locali dove si svolge l’attività devono avere una destinazione d’uso compatibile con quella prevista dal piano urbanistico comunale ("a gettone" o "self-service" – destinazione d’uso commerciale, le altre destinazione artigianale/produttiva).

Devono essere rispettate le norme e le prescrizioni specifiche dell’attività, per esempio quelle in materia di urbanistica, igiene pubblica, igiene edilizia, tutela ambientale, tutela della salute nei luoghi di lavoro, regolamenti locali di polizia urbana.

L'attività di lavanderie "a gettone" o "self-service" deve essere svolta in locali autonomi e non comunicanti con l'eventuale attività di tintolavanderia o di sola stireria. Non è ammessa la presenza di personale per l'espletamento di attività come la presa in consegna, la stiratura, la riparazione o la restituzione dei capi oggetto dell'attività di lavanderia a gettoni, nonché di tutti gli altri tipi di servizi previsti dall'articolo 2, comma 1 della Legge 22/02/2006, n. 84.

Requisiti soggettivi

Per svolgere l’attività è necessario soddisfare i requisiti previsti dalla normativa antimafia.

Deve inoltre essere designato un responsabile tecnico che possiede apposita idoneità professionale. Il responsabile tecnico deve perciò possedere almeno uno dei requisiti elencati nell'articolo 2, comma 2 della Legge 22/02/2006, n. 84. Gli standard formativi e professionali previsti per il responsabile tecnico sono definiti in dettaglio dalle Linee Guida approvate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome il 25 maggio 2011.

Il responsabile tecnico deve essere costantemente presente nell'esercizio durante gli orari di apertura e svolgimento dell'attività. In caso di malattia o temporaneo impedimento del responsabile tecnico, il titolare dell'esercizio deve designare un sostituto munito di idoneità professionale.

Per le lavanderie "a gettone" o "self-service" non occorre designare il responsabile tecnico (articolo 79 del Decreto Legislativo 26/03/2010, n. 59).

Per la sola attività di stireria è possibile indicare che l'attività non è soggetta alla nomina del responsabile tecnico se non presenta, per tipologia di attrezzature e per caratteristiche dimensionali, alcun significativo profilo di complessità e/o pericolosità per l'ambiente, per gli addetti, o di necessità di specifici accorgimenti di salvaguardia dei diritti degli utenti (Parere Ministeriale 09/02/2015, n. 18008).

Presentazione della Segnalazione Certificata di Inizio Attività

Per l’apertura, subingresso e variazione dell’attività di Tintolavanderia occorre trasmettere alla casella Pec- suap.comune.laspezia@legalmail.it - una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), completa della documentazione e certificazione indicata sulla modulistica come previsto dall’art. 79. D.lgs 26/03/2010, n. 59.

Titoli preliminari 
Occorre prestare attenzione all’onere di munirsi, preliminarmente alla presentazione della  SCIA, dei titoli abilitativi rilasciati da altri enti, e necessari ai fini dello svolgimento dell'attività (ad esempio, l’autorizzazione allo scarico delle acque in fognatura nei casi previsti, la cui competenza per materia è in capo all’Autorità d’Ambito (ATO) presso la Provincia. 
In caso di attività di Tintolavanderia che operi il solo lavaggio ad acqua, non assume rilevanza l’emissione in atmosfera, mentre rileva nel caso di attività di pulizia a secco con impianto a ciclo chiuso.

Con la SCIA UNICA il presentatore dichiarerà il possesso dei requisiti personali e tecnici per l’esercizio dell’attività di tintolavanderia e di aver rispettato:

  • i regolamenti locali di polizia urbana, annonaria e di igiene e sanità.

  • i regolamenti edilizi le norme urbanistiche (in particolare le disposizioni previste nella circolare esplicativa di puc per gli insediamenti artigianali di servizio) nonché quelle relative alle destinazioni d’uso

  • le disposizioni previste dall’ art.74 del Regolamento Edilizio in merito all’abbattimento delle barriere architettoniche;

  • le norme in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro previste dal D. Lgs. n. 81 del 2008

Dichiara inoltre nel caso specifico:

  • Che l’attività impiega lavatrici ad acqua analoghe a quelle di uso domestico, per cui la dotazione idrica massima annua è inferiore a 500 mc (con medie mensili non superiori a 100 mc)

OPPURE

  • Che la dotazione idrica annua supera i 500 mc (con medie mensili superiori a 100 mc), e pertanto occorre presentare la documentazione per la richiesta di AUA per gli scarichi di acque reflue.

  • Di impegnarsi a comunicare ogni variazione relativa a stati, fatti, condizioni e titolarità rispetto a quanto dichiarato

Ad essa dovrà essere allegata la seguente documentazione:

  • Procura o delega nel caso la segnalazione sia presentata da soggetto diverso dal titolare;

  • Copia documento d’identità nel caso in cui la segnalazione non sia sottoscritta in forma digitale e in assenza di procura;

  • Dichiarazioni sul possesso dei requisiti da parte degli altri soci (Allegato A) + copia del documento di identità;

  • Dichiarazioni sul possesso dei requisiti da parte del responsabile tecnico (Allegato B) + copia del documento di identità

  • Relazione tecnica sul ciclo produttivo e modello e tipologia dei macchinari utilizzati con indicazione dei motori elettrici presenti nel locale e la loro potenza espressa in Kw (Allegato C) ai fini della valutazione di impatto acustico;

Altre comunicazioni allegate alla SCIA:

  • SCIA prevenzione incendi nel caso di installazione di impianti per la produzione del calore (es. essiccatoi a gas combusti ect) di potenzialità termica superiore a 116 Kw

  • Comunicazione al Sindaco per industria insalubre nel caso di tintolavanderie a secco in quanto rientrano nella classificazione delle industrie insalubri prevista nel D.M. del 05/09/1994. L’attività può essere avviata 15 giorni dopo l’invio della comunicazione,

  • SCIA MOTORI da presentare in adempimento al vigente art. 12 del regolamento comunale di acustica

Con la SCIA CONDIZIONATA oltre alla documentazione sopra elencata dovrà essere allegata la seguente documentazione da presentare al SUAP contestualmente alla SCIA:

  1. Per le lavanderie ad acqua:

Autorizzazione allo scarico di acque reflue industriali assimilate alle domestiche da parte di Acam Acque se il recapito è nella rete fognaria gestita da ACAM e se la dotazione idrica annua massima è inferiore a 500 mc, con medie mensili inferiori a 100 mc secondo le soglie dimensionali dell’attività stabilite dalla legge regionale n. 29/2007.

  1. Per le lavanderie a secco

Autorizzazione generale per gli impianti a ciclo chiuso che rispettino i requisiti tecnico costruttivi previsti dall’Allegato 2 del DGR n. 759 del 09/07/2007 per le emissioni in atmosfera, da presentare secondo la modulistica approvata (vedi DGR 1260/2010 Allegati 1 e allegato 5). In questo caso autorizza il Comune.

  1. Istanza di AUA ai sensi della DPR 59/2013 (con utilizzo della modulistica specifica) per quanto sotto riportato:

Per le lavanderie ad acqua

  • Scarichi idrici - Per acque reflue industriali assimilate alle acque reflue domestiche autorizza il Comune se il recapito è in corso d’acqua e se la dotazione idrica annua massima è inferiore a 500 mc, con medie mensili inferiori a 100 mc.

  • Scarichi idrici - Per gli impianti ad acqua che superano le soglie idriche stabilite dalla legge regionale 29/2007 (superiore a 500 mc annui, con medie mensile superiori a 100 metri cubi), per cui gli scarichi acque reflue industriali non risultano assimilabili ai domestici, deve essere presentata istanza di AUA provinciale, perché necessitano dell’autorizzazione di ATO Idrico (in caso di recapito in fognatura pubblica nera) o di autorizzazione della Provincia (in caso di recapito in corso d’acqua).

Per le lavanderie a secco

  • Emissioni in atmosfera - Gli impianti a ciclo chiuso che non rispettano i requisiti tecnico costruttivi e/o i quantitativi previsti nell’allegato 2 della DGR 759 del 09/07/2007, devono essere autorizzati con autorizzazione alle emissioni in atmosfera in via ordinaria art. 269 Dlgs 152/06 e ciò determina AUA provinciale.

Subingresso in attività di Tintolavanderia

Occorre presentare:

Comunicazione di subingresso in attività, secondo la modulistica prevista, nella quale, nel caso di invarianza dell’attività, dovranno essere compilati i campi relativi alla scheda anagrafica e al possesso dei requisiti personali (allegato A – in caso di società) e professionali (Allegato B) del nuovo titolare e del responsabile tecnico. Inoltre dovrà essere allegata dichiarazione notarile che attesti la motivazione del subingresso. Nel caso di sussistenza di autorizzazioni dovrà essere chiesta la voltura delle stesse.

Per sospendere temporaneamente l’attività di Tintolavanderia o per cessarla

Occorre presentare:

COMUNICAZIONE di cessazione o sospensione temporanea dell’attività secondo la modulistica prevista.

Costi

Ai sensi della delibera di Giunta Comunale n 33 del 31/01/2011 sono dovuti:

  • Diritti di istruttoria procedura SCIA per nuova apertura Euro 150,00

  • Diritti di istruttoria per comunicazione varie (volture, rinnovi) Euro 50,00

In caso di indizione di conferenza di servizi per AUA comunale dovranno essere versati ulteriori diritti pari a Euro 350,00.

Modalità di pagamento: bonifico/versamento diretto alla  BANCA UNICREDIT  -  Servizio di Tesoreria  Comune della Spezia -  IBAN    IT8200200810700000103787330 - a favore di SUAP-Comune della Spezia; I diritti di istruttoria possono essere pagati altresì tramite versamento su CONTO CORRENTE POSTALE N° 11295193 intestato a COMUNE DELLA SPEZIA-SUAP causale: "Diritti d'istruttoria SUAP" 

Modulistica

Autorizzazione generale alle emissioni in atmosfera, domanda di adesione per attività di pulitintolavanderia completa degli allegati (vedi DGR 1260/2010 Allegati 1 e allegato 5).

Apertura, trasferimento, ampliamento dell’attività

Documentazione da presentare per l'inizio dell'attività, o per la modifica di sede, locali, ciclo produttivo, aspetti merceologici, ecc.

Avvio dell'attività

Modulo: 
Segnalazione certificata di inizio attività di tintolavanderia/lavanderia self-service a gettoni

Allegati alla SCIA: 
Dichiarazioni sul possesso dei requisiti da parte degli altri soci (Allegato A)

Dichiarazioni sul possesso dei requisiti da parte del responsabile tecnico per tintolavanderia (Allegato B)

Relazione tecnica sul ciclo produttivo (Allegato C)

Variazione dell’attività

Documentazione da presentare per il subingresso, la sospensione, la ripresa, il cambiamento della ragione sociale dell'attività.

Modifica dei soggetti titolari dei requisiti morali e professionali
Comunicazione per la variazione della compagine sociale e/o del Responsabile Tecnico.

Allegati:

Modulistica unificata, dichiarazioni sul possesso dei requisiti da parte degli altri soci (Allegato A)

Modulistica unificata, dichiarazioni sul possesso dei requisiti da parte del responsabile tecnico per tintolavanderia (Allegato B)

Cambiamento di ragione sociale, ripresa dell'attività

Subingresso

Modulo: 

Comunicazione per il subingresso in attività

Allegati: 

Dichiarazione da parte del notaio

Istanza di voltura eventuali autorizzazioni in caso di invarianza dell’attività

Modulistica unificata, dichiarazioni sul possesso dei requisiti da parte degli altri soci (Allegato A)

Modulistica unificata, dichiarazioni sul possesso dei requisiti da parte del responsabile tecnico per tintolavanderia (Allegato B)

Cessazione o sospensione dell'attività

Documentazione da presentare per la cessazione dell'attività.

Modulo: 

Comunicazione di cessazione o sospensione temporanea di attività

Informazioni sul procedimento

Quando la segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) assume valenza giuridica?

la SCIA da presentarsi nella specifica fattispecie, può essere produttiva di effetti immediati (SCIA Unica) oppure di effetti differiti (SCIA condizionata).

Nel primo caso la SCIA produce effetti immediati e permette di avviare l'attività senza dover attendere verifiche o controlli preliminari (l'impresa può quindi iniziare a svolgere l'attività dal momento stesso della presentazione della SCIA).

Nel secondo caso (SCIA condizionata), si potrà denunciare l’avvio dell’attività di lavanderia solo dopo l’avvenuta notifica all’impresa del rilascio delle prescritte autorizzazioni, che verrà comunicato dal SUAP all’interessato: in tale ipotesi, la domanda di iscrizione o modifica verrà quindi inoltrata solo in seguito all’ottenimento della prescritta autorizzazione.

Quali sono i tempi di istruttoria di una segnalazione certificata di inizio attività (SCIA)?

Se mancano i requisiti o i presupposti necessari all’esercizio dell’attività, l'Amministrazione competente può emettere, entro 60giorni dalla ricezione della segnalazione, un provvedimento che impone il divieto di prosecuzione dell'attività e la rimozione di eventuali effetti dannosi. Ove possibile, l’interessato può conformare l’attività e i suoi effetti alla normativa vigente entro un termine, non inferiore a 30 giorni, fissato dall’Amministrazione (articolo 19 della Legge 07/09/1990, n. 241).

Quando siano state rese, consapevolmente o inconsapevolmente, false dichiarazioni sostitutive di certificazione e dell'atto di notorietà, l'Amministrazione può adottare un provvedimento di interruzione dell’attività anche dopo che siano trascorsi i sessanta giorni dalla segnalazione. Saranno comunque applicate le sanzioni penali previste dal Decreto del Presidente della Repubblica 28/12/2000, n. 445.

Riferimenti di legge

COMUNE DI LA SPEZIA

Circolare esplicativa puc

Regolamento comunale di acustica

REGIONE LIGURIA

Deliberazione Della Giunta Regionale 29.10.2010 N. 1260

Rinnovo autorizzazioni generali alle emissioni in atmosfera - Art. 272 del d.Lgs 152/06.

Deliberazione Della Giunta Regionale 09.07.2007 N. 759

Sostituzione della D.G.R. 1655/04 relativa all'Autorizzazione di carattere generale per le emissioni in atmosfera provenienti da impianti a ciclo chiuso di pulizia a secco di tessuti e pellami, escluse le pellicce, e delle tintolavanderie a ciclo chiuso

STATO ITALIANO

Decreto legislativo (Stato Italiano) 26-03-2010, n. 59

Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno.

Legge (Stato Italiano) 22-02-2006, n. 84

Disciplina dell’attività professionale di tintolavanderia.

Decreto ministeriale (Stato Italiano) 16-01-2004, n. 44

Recepimento della direttiva 1999/13/CE relativa alla limitazione delle emissioni di composti organici volatili di talune attività industriali, ai sensi dell'articolo 3, comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 24 maggio 1988, n.203 - G.U. 26 febbraio 2004, n.47

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Parere ministeriale (Ministero dello sviluppo economico) 20-01-2017, n. 18690

Lavanderia self-service. Fornitura di servizi aggiuntivi. Nomina del responsabile tecnico.

Parere ministeriale (Ministero dello sviluppo economico) 27-04-2016, n. 116663

Attività di tintolavanderia. Vendita di prodotti connessi.

Parere ministeriale (Ministero dello sviluppo economico) 11-03-2016, n. 70449

Attività di tintolavanderia. Requisiti professionali.

Parere ministeriale (Ministero dello sviluppo economico) 22-09-2015, n. 169302

Attività di tintolavanderia. Requisiti di idoneità professionale del responsabile tecnico.

Parere ministeriale (Ministero dello sviluppo economico) 28-04-2015, n. 59419

Attività di tintolavanderia. Responsabile tecnico.

Parere ministeriale (Ministero dello sviluppo economico) 09-02-2015, n. 18008

Attività di stireria. Nomina del responsabile tecnico.



Ultime notizie
Ordinanza sindacale n. 101 del 13-8-2020 - Playoff Speziacalcio Finale 14/08/2020
Ordinanza sindacale n.100 del 8/8/2020 - Contenimento movida per emergenza sanitaria Covid-19 11/08/2020
Ordinanza sindacale n.93 del 29/07/2020 - intrattenimenti musicali pubblici esercizi 01/08/2020
INTERVENTI A FAVORE DEI CIV PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE AREE A RISCHIO DI TENUTA DELLA RETE DISTRIBUTIVA 24/07/2020
Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative - 9 luglio 2020 14/07/2020
Invito agli operatori economici a manifestare interesse per l’adesione alla Carta Turistica Golfo & Terre dei Poeti Welcome Card 13/07/2020
Orario mese di Luglio del Punto di informazione turistica Lia 02/07/2020
Avviso Pubblico: Invito manifestare interesse ampliamento c/o P.ta Morin di attività esistenti di somm.alimenti e bevande collocate tra V. A.Ferrari,V.Fiume,P.zza Saint Bon ,V. XX Settembre,Gall.Spallanzani,V.Crispi,V. Italia, P.ta Morin,V.Amendola 25/06/2020
CONSEGNA DEL MATERIALE TURISTICO AGLI OPERATORI ECONOMICI DEL SETTORE 19/06/2020
Informazioni sullo sportello di consulenza sanitaria per le attività economiche,produttive e commerciali. 19/06/2020
ALLEGATI AL DPCM 11 GIUGNO 2020 19/06/2020
DPCM 11 giugno 2020 - Disposizioni attuative del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19 e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, recanti misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19 19/06/2020
Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative 11 Giugno 2020 - Emergenza sanitaria covid 19 19/06/2020
ORDINANZA REGIONE LIGURIA N. 38 del 12 Giugno 2020 - Ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da covid 19 19/06/2020
ORDINANZA REGIONE LIGURIA N. 37 del 12 Giugno 2020 - Ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da covid 19 19/06/2020
ORDINANZA REGIONE LIGURIA N. 36 del 5 Giugno 2020 - Ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da covid 19 12/06/2020
Riapertura Mercato Settimanale Viale Garibaldi da venerdì 05 giugno 2020 e Cercantico del Golfo domenica 07 giugno e la riapertura del mercato delle Onlus a far data dal 14 giugno 2020 - Piazza CAVOUR 04/06/2020
Ordinanza Presidente della Regione Liguria n. 34 - MISURE PER FRONTEGGIARE L'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID 19 "Attuazione delle disposizioni di cui al DPCM 17/5/2020 27/05/2020
Ordinanza Presidente della Regione Liguria n. 33 - MISURE PER FRONTEGGIARE L'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID 19 "Attuazione delle disposizioni di cui al DPCM 17/5/2020 27/05/2020
ORDINANZA SINDACALE n. 67 del 23/5/ 2020 :– APERTURA DEL MERCATO SETTIMANALE DI VIA PROSPERI - EMERGENZA SANITARIA CORONA VIRUS 23/05/2020
DPCM 17 Maggio 2020 Disposizioni attuative del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19 e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, recanti misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19 22/05/2020
D.L. N. 33 del 16 Maggio 2020 "ULTERIORI MISURE PER FRONTEGGIARE L'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID 19" 22/05/2020
CONFERENZA STATO REGIONI: Linee di indirizzo per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative - Fase 2 COVID 19 22/05/2020
ORDINANZA n. 30 Presidente Regione Liguria "ULTERIORI MISURE PER FRONTEGGIARE L'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID 19 "Attuazione delle disposizioni di cui al DPCM 17/5/2020 22/05/2020
ORDINANZA n. 32 Presidente Regione Liguria " MISURE PER FRONTEGGIARE L'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID 19 "Attuazione delle disposizioni di cui al DPCM 17/5/2020 22/05/2020
ORDINANZA SINDACALE N. 56 DEL 16/5/2020 "Disciplina degli orari e giorni di apertura delle attività di acconciatore ed estetista 16/05/2020
Delibera di Giunta Comunale n. 135 del 14/5/2020 "PRIMI INTERVENTI DI SOSTEGNO AL RIAVVIO DELLE ATTIVITA’ COMMERCIALI SOSPESE 16/05/2020
SALDI ESTIVI 2020 DAL 1 AGOSTO AL 14 SETTEMBRE - Precisazioni e aspetti rilevanti 13/05/2020
Provvedimenti di sostegno a famiglie e imprese per l'emergenza Covid 13/05/2020
Ordinanza del Presidente Regione Liguria n.28/2020 - Ulteriori disposizioni contenimento - e gestione emergenza covid 19 - Interpretazioni attuative dpcm 26 Aprile 2020 12/05/2020
ORDINANZA SINDACALE numero 51 del 4 maggio 2020 -Obbligo utilizzo mascherine Mercato giornaliero di Piazza Cavour 05/05/2020
circolare esplicativa su ordinanza del presidente della giunta regionale n.22 del 26 aprile 2020 30/04/2020
Ordinanza del Presidente della Regione Liguria n. 22/2020 recante nuove misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da covid 19 27/04/2020
DPCM del 26 Aprile 2020 recante nuove misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da covid 19 27/04/2020
DPCM 10 APRILE 2020: Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19 15/04/2020
Circolare Regione Liguria :Consentita la Vendita al dettaglio di combustibili legnosi (compresa la legna da ardere) durante emergenza COVID 19 10/04/2020
Determinazione Dirigenziale n.2167 del 8 /4/2020: SOSPENSIONE SMONTAGGIO DEI PARAVENTI E STRUTTURE DI CHIUSURA DELLE ATTIVITA’ DI SOMMINISTRAZIONE 10/04/2020
DL n. 23 del 9 Aprile 2020 - "Decreto Liquidità e proroga termini sospensione procedimenti amministrativi 10/04/2020
Ordinanza del Presidente della RL - Chiusura esercizi commerciali alle ore 15 nelle giornate del 13 e 25 Aprile 2020 09/04/2020
Ordinanze del Presidente RL n. 14/2020 - Autorizzazione all'utilizzo di TAXI e NCC per consegne a domicilio e beni di prima necessità 09/04/2020
Determina Dirigenziale MERCATO GIORNALIERO PIAZZA CAVOUR - RIORGANIZZAZIONE DEL MERCATO PER DISTANZIAMENTO INTERPERSONALE DI CUI AL DPCM 8 MARZO -CONSENTITA LA VENDITA DEI FIORI 08/04/2020
MISURE URGENTI DI SOLIDARIETA’ ALIMENTARE – COVID-19 - AVVISO PER L’ACQUISIZIONE DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L’INSERIMENTO NELL’ELENCO COMUNALE DI ESERCIZI COMMERCIALI DISPONIBILI AD ACCETTARE I BUONI SPESA 06/04/2020
Ordinanza Presidente R.L. n. 13/2020 - Chiusura dalle ore 15.00 domeniche e festivi esercizi commerciali grande distribuzione 31/03/2020
Avviso FILSE destinato all'attivazione di un Fondo di Garanzia per i finanziamenti bancari,per le micro e piccole imprese dei Settori del Commercio, Turismo ed Artigianato in difficoltà a seguito dell'Emergenza Covid-19. 28/03/2020
Decreto MISE 25/3/2020 Covid 19 - Modifiche all'allegato del DPCM 22 Marzo 2020 26/03/2020
TESTO UNICO COORDINATO COVID 19_24_3_2020 26/03/2020
DPCM 22 marzo 2020 26/03/2020
DD apertura pomeridiana mercato Piazza Cavour durante emergenza covid 19 26/03/2020
Sospensione Manifestazioni Opere Ingegno 12/03/2020
Pubblicazione DPCM 11 Marzo 2020 12/03/2020
RIMBORSO CUF 12/03/2020
MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL'INDAGINE DI MERCATO PER LA SELEZIONE DELLE DITTE DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L'APPALTO RELATIVO ALL'AFFIDAMENTO BIENNALE DELLA GESTIONE DEI SERVIZI DI INFORMAZIONE TURISTICA DEL COMUNE DELLA SPEZIA 11/03/2020
DOMANDE FREQUENTI E RISPOSTE DECRETO EMERGENZA CORONAVIRUS 11/03/2020
CONTATTI UFFICI DEL SUAP 11/03/2020
MISURE URGENTI DI CONTENIMENTO DEL CONTAGIO SULL'INTERO TERRITORIO NAZIONALE - Allegato Testo del DPCM 9 Marzo 2020 11/03/2020
COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE - FIERA SAN GIUSEPPE 2020 SOSPENSIONE SVOLGIMENTO 10/03/2020
DPCM 8 MARZO 2020 - - MISURE URGENTI IN MATERIA DI CONTENIMENTO E GESTIONE DELL'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID - 19 10/03/2020
Indirizzo sito Regione Liguria relativo ai codici CITR 06/03/2020
indizione conferenza dei servizi decisoria- richiedente: gem srl 03/12/2019
Le Infezioni da Legionella - 28/11/2019
Avviso Pubblico Invito a presentare proposte per l’ideazione e la realizzazione di un murales 26/11/2019
Graduatoria Mercati Natalizi Viale Garibaldi 25/11/2019