Presentazione della richiesta di Autorizzazione per l’apertura o il trasferimento di un pubblico esercizio

Per l’apertura ed il trasferimento di sede dei pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande in una delle zone soggette a limitazione indicate nella Delib. Cons. Com. n. 4 del 2.3.2015, occorre presentare una richiesta di autorizzazione, esclusivamente in via telematica all'indirizzo PEC suap.comune.laspezia@legalmail.it,  completa delle dichiarazioni sostitutive di certificazione e di atto notorio, della documentazione, delle attestazioni e degli elaborati tecnici richiesti, indicati sul modulo, così come disposto dall’articolo 19 della legge n. 241/1990 e dall’articolo 5 del DPR n. 160/2010 (Regolamento SUAP);

Per verificare in via preliminare se l'esercizio ricade in zona soggetta a limitazione consultare la cartografia al link  (usare firefox):

http://spezianet.iolweb.it/maps/jquery/mobile.html?mapset=zone_commercio

o richiedere informazioni presso lo Sportello Unico Attività Produttive (vedere sopra orari di apertura al pubblico alla voce Ufficio Competente) .

  • E’ necessario pagare diritti di istruttoria pari ad € 64,00  (€ 30 + € 32 per bolli virtuali)

 

Entro i successivi 180 giorni, il richiedente dovrà porsi in regola con le norme, prescrizioni e autorizzazioni in materia edilizia, urbanistica ed igienico sanitaria ed a tal fine dovrà essere trasmessa, esclusivamente per via telematica, la seguente documentazione:

-         Valutazione previsionale d’impatto acustico redatta da tecnico abilitato;

-         Dichiarazione sostitutiva di certificazione attestante la destinazione d’uso commerciale del fondo in cui verrà insediata l’attività;

-         N.I.A. sanitaria ex art. 6 Reg. CE 852/2004 (ex Autorizzazione Sanitaria)

 

Entro lo stesso termine di 180 giorni dal rilascio dell’autorizzazione, il richiedente dovrà comunicare l’effettivo inizio dell’attività a condizione che almeno 30 giorni prima dell’apertura abbia comunicato di aver posto effettivamente in essere i requisiti di qualità dichiarati in sede di presentazione della richiesta di autorizzazione (qualora siano posti in essere successivamente alla data di presentazione dell’istanza), tuttavia l’operatore potrà  iniziare l’attività dopo il sopralluogo con esito favorevole effettuato dal Comando Polizia Municipale.

Qualora il richiedente non possa iniziare l’attività entro tale termine (180 giorni dal rilascio del titolo autorizzativo inattivo), potrà dichiarare di avvalersi della facoltà di prorogare ulterioriormente l’apertura entro i successivi 180 giorni.. In tal caso il termine di presentazione della documentazione tecnica integrativa e delle attestazioni di certificazioni sopraindicate è prorogato di ulteriori 180 giorni (180 + 180).

L'autorizzazione ha validità permanente.

 

l Comune della Spezia rilascia entro 30 giorni l’autorizzazione provvisoria, che non consente l’esercizio dell’attività,  ai soggetti che abbiano presentato richiesta di autorizzazione attestando i requisiti di qualità previsti per la zona di insediamento dell’attività (anche se non ancora posti in essere) nonché il possesso dei requisiti morali e professionali previsti come sopra (vedi requisiti soggettivi).

http://spezianet.iolweb.it/maps/jquery/mobile.html?mapset=zone_commercio

Per l’apertura ed il trasferimento di sede dei pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande in una delle zone soggette a limitazione indicate nella Delib. Cons. Com. n. 4 del 2.3.2015, occorre presentare una richiesta di autorizzazione, esclusivamente in via telematica all'indirizzo PEC suap.comune.laspezia@legalmail.it,  completa delle dichiarazioni sostitutive di certificazione e di atto notorio, della documentazione, delle attestazioni e degli elaborati tecnici richiesti, indicati sul modulo, così come disposto dall’articolo 19 della legge n. 241/1990 e dall’articolo 5 del DPR n. 160/2010 (Regolamento SUAP);

Per verificare in via preliminare se l'esercizio ricade in zona soggetta a limitazione consultare la cartografia al link (usare firefox)

http://spezianet.iolweb.it/maps/jquery/mobile.html?mapset=zone_commercio

o richiedere informazioni presso lo Sportello Unico Attività Produttive (vedere sopra orari di apertura al pubblico alla voce Ufficio Competente) .

 

 

  • E’ necessario pagare diritti di istruttoria pari ad € 64,00  (€ 30 + € 32 per bolli virtuali)

 

l Comune della Spezia rilascia entro 30 giorni l’autorizzazione provvisoria, che non consente l’esercizio dell’attività,  ai soggetti che abbiano presentato richiesta di autorizzazione attestando i requisiti di qualità previsti per la zona di insediamento dell’attività (anche se non ancora posti in essere) nonché il possesso dei requisiti morali e professionali previsti come sopra (vedi requisiti soggettivi).

 

Entro i successivi 180 giorni, il richiedente dovrà porsi in regola con le norme, prescrizioni e autorizzazioni in materia edilizia, urbanistica ed igienico sanitaria ed a tal fine dovrà essere trasmessa, esclusivamente per via telematica, la seguente documentazione:

-         Valutazione previsionale d’impatto acustico redatta da tecnico abilitato;

-         Dichiarazione sostitutiva di certificazione attestante la destinazione d’uso commerciale del fondo in cui verrà insediata l’attività;

-         N.I.A. sanitaria ex art. 6 Reg. CE 852/2004 (ex Autorizzazione Sanitaria)

 

Entro lo stesso termine di 180 giorni dal rilascio dell’autorizzazione, il richiedente dovrà comunicare l’effettivo inizio dell’attività a condizione che almeno 30 giorni prima dell’apertura abbia comunicato di aver posto effettivamente in essere i requisiti di qualità dichiarati in sede di presentazione della richiesta di autorizzazione (qualora siano posti in essere successivamente alla data di presentazione dell’istanza), tuttavia l’operatore potrà  iniziare l’attività dopo il sopralluogo con esito favorevole effettuato dal Comando Polizia Municipale.

Qualora il richiedente non possa iniziare l’attività entro tale termine (180 giorni dal rilascio del titolo autorizzativo inattivo), potrà dichiarare di avvalersi della facoltà di prorogare ulterioriormente l’apertura entro i successivi 180 giorni.. In tal caso il termine di presentazione della documentazione tecnica integrativa e delle attestazioni di certificazioni sopraindicate è prorogato di ulteriori 180 giorni (180 + 180).

L'autorizzazione ha validità permanente.